7 Ottobre 2005 - Lettera aperta di Federasma al ministro Storace per la riclassificazione del medicinale Fastjekt

 

                                              

 

a :        Onorevole Francesco Storace

Ministro della Salute

Lungotevere Ripa, 1

00153 Roma

 

pc.:      Dottor Nello Martini

Direttore Generale AIFA                 

Via della Sierra Nevada, 60

00144 Roma

 

Dott. Stefano A. Inglese

Coordinatore Nazionale

Tribunale per i Diritti del Malato

Via Flaminia, 53

00196 Roma

 

Oggetto: Determinazione 5 agosto 2005

  Riclassificazione del medicinale “FASTJEKT” (adrenalina), ai sensi dell’art. 8,  comma 10, della legge

  24 dicembre 1993, n. 537.  GU n. 202 del 31 agosto 2005.

 

In relazione all’oggetto FEDERASMA e tutte le Associazioni aderenti che operano a  tutela dei pazienti allergici ed asmatici nel nostro Paese, sollecitano il Suo autorevole intervento affinché vengano emanate quanto prima disposizioni in materia che siano di effettivo aiuto ai pazienti affetti da allergia a rischio di anafilassi.

Il medicinale FASTJEKT (adrenalina) è un farmaco salvavita che deve essere somministrato tempestivamente al primo insorgere dei sintomi di una reazione anafilattica e deve “seguire” la persona a rischio di anafilassi in ogni luogo di vita e di lavoro.

La Determinazione in oggetto non ha semplificato o facilitato l’acquisizione del medicinale da parte dei malati disattendendone così le aspettative.

L’attuale riclassificazione del medicinale in questione risulta essere assolutamente inadeguata alle esigenze dei pazienti che ancora oggi devono sopportare per intero il costo del medicinale (82,00 euro) acquistandolo presso le farmacie aperte al pubblico.

La richiesta di FEDERASMA e delle Associazioni aderenti è di avere a disposizione per il paziente il farmaco salvavita erogato gratuitamente con procedure di fornitura semplici e chiare.

 

Nel ringraziarLa dell’attenzione che porterà alla risoluzione di questo problema La prego di gradire i sensi della mia più alta considerazione.

 

 

Prato, 7 ottobre 2005

 

 

 

                                                                                                                                             Carlo Filippo Tesi

                                                                                                                                             Presidente FEDERASMA             


Puoi scaricare il documento in formato PDF cliccando qui